SPAZZOLE TERGICRISTALLO


Spazzole tergicristallo

La spazzola rappresenta l'elemento finalizzatore del tergicristallo. Ad essa è affidata il compito di garantire un campo visivo ottimale al guidatore in tutte le condizioni atmosferiche eliminando polvere, polline, acqua o neve che si deposita sul cristallo (parabrezza e/o lunotto). Insieme al braccio (asta), elemento rigido, costituiscono il sistema tergente che risulta accoppiato ad un motoriduttore alimentato dall'impianto elettrico di bordo. Sia la spazzola che il braccio possono avere forme (telaio di supporto del tergente con o senza snodi, tergente monoprofilo o multiprofilo, ecc.) e lunghezze varie a seconda delle caratteristiche d'impiego.
 
Quando e perché si cambiano le spazzole tergicristallo


Spazzole tergicristallo - Scarsa tergenza Spazzole tergicristallo - Bande opache Spazzole tergicristallo - Rigature
 1. Scarsa tergenza
 
  2. Bande opache
 
 3. Rigature
 
Spazzole tergicristallo - Saltellamento Spazzole tergicristallo - Saltellamento Spazzole tergicristallo - Forti vibrazioni
 4. Saltellamento   5. Sollevamento  6. Forti vibrazioni


1. Scarsa tergenza
Lunghi periodi di riposo deformano il filo del tergente causando un effetto velo sul cristallo.

2. Bande opache
La gomma del tergente indurisce o si deteriora col passare del tempo. Rimangono così sul cristallo (parabrezza/lunotto) delle aree non deterse.

3. Rigature
La gomma del tergente si deteriora col passare del tempo a causa del pulviscolo stradale dando origine a sottili linee semicircolari sul parabrezza.

4. Saltellamento
La deformazione della struttura della spazzola può causare saltellamenti del tergente, lasciando sul parabrezza linee radiali.

5. Sollevamento
La deformazione della struttura della spazzola può causare una imperfetta aderenza al parabrezza, soprattutto alle alte velocità.

6. Forti vibrazioni
Deformazione della spazzola, connettore errato, età o usura del tergente provocano rumorosi ed irregolari movimenti.


La spazzola tergicristallo è solo in apparenza un componente semplice, è invece interessata ad aggiornamento continuo di diverse e sofisticate tecnologie di materiali e di ingegneria poiché implicata nella sicurezza (e il confort) di guida: si stima che il 20% degli incidenti stradali è causato da scarsa visibilità.
 
Il modello tradizionale si compone di due elementi importanti, l'armatura (metallo e plastica/resina) e l'elemento tergente in gomma.

L'armatura formata da ponti e ponticelli, tenuti insieme da clips e rivetti ha la funzione di:
- distribuire in modo uniforme la pressione, proveniente dal braccio, sull'elemento tergente;
- garantire uniformità di tergenza e minore rumorosità;
- conferire robustezza e rigidità alla struttura per una maggiore durata.

L'elemento tergente in mescola di gomma deve invece assicurare:
- assoluta tergenza del cristallo;
- silenziosità;
- resistenza agli agenti atmosferici;
- durata.

Da un po' di anni si vanno sempre più diffondendo spazzole tergicristallo di diversa concezione, ovvero senza articolazioni, denominate "flat" (piatte): la funzione dei ponticelli (balestrini) è soppiantata da speciali molle di acciaio. Le caratteristiche principali: profilo ribassato, posizione di riposo nascosta, pressione omogenea, design aerodinamico, tergitura ottimale, rumore ridotto, protezione contro il gelo. Possono essere utilizzate in molti casi al posto delle spazzole tradizionali.
 
Affinché la spazzola tergicristallo possa funzionare correttamente occorre che il tergente:
  • sia tenuto aderente alla superficie del cristallo per tutta la sua lunghezza e con uguale pressione;
  • prema sul vetro con un angolo di attacco limitato ad uno specifico range e che il labbro di gomma sia sempre inclinato in direzione opposta alla forza di trascinamento, diversamente si avrebbero dei salti (angolo troppo stretto) o delle chiazze (angolo troppo ampio) nella detersione.
Occorre quindi che la gomma abbia il giusto equilibrio tra morbidezza e durezza (elastica e plastica al contempo) nonché una resistenza agli agenti atmosferici.
 
Ulteriore fattore che interessa la spazzola tergicristallo è la diminuzione di aderenza di questa all’aumentare della velocità del veicolo (fenomeno “Air Lift”) che se non compensata determina una perdita della visibilità ed un effetto saltellamento. La tipica soluzione a questo inconveniente è l'aggiunta di uno “spoiler” (deflettore aerodinamico) che fa deportare, ossia contrasta, la forza dell’aria che tende a sollevare la spazzola e ne incrementa la pressione sul cristallo all’aumentare della forza a cui viene sottoposta (dalla velocità del veicolo).

Poiché il dimensionamento dei componenti che costituiscono il tergicristallo (motoriduttore e sistema tergente), su uno specifico veicolo, nasce quale risultato di uno studio approfondito di vari fattori in gioco, va da sé che una spazzola con caratteristiche tecniche e prestazionali non adeguate fa venire meno il requisito principale di ogni tergicristallo: la sicurezza di funzionamento con qualsiasi condizione metereologica.

È un prodotto soggetto ad usura, diversi fattori concorrono infatti a danneggiarlo (sole/calore/raggi UVA, ozono, ossigeno, acidità e salinità della pioggia, polvere, insetti, ghiaccio, neve, inquinamento); va pertanto sostituito periodicamente così come si fa per i filtri aria/olio/carburante/abitacolo, i lubrificanti, le pastiglie freno, le candele di accensione, ecc.. In genere è consigliata la sostituzione delle spazzole tergicristallo circa una volta l'anno (la gomma del tergente si deteriora anche durante i periodi di inattività) evitando di usarle su vetro asciutto, in presenza di ghiaccio e di neve accumulata sul vetro.
La durata può anche andare oltre l'anno se il veicolo non è sottoposto continuamente alle azioni degli agenti atmosferici (ad esempio col ricovero notturno in garage). Sostituire solo il profilo tergente è certamente una soluzione più economica ma c'è il rischio che l'accoppiamento con l'armatura non sia preciso e/o risulti lasco creando attrito (minor scorrevolezza). E se a causa di un maggior attrito la spatola in gomma dovesse staccarsi, la conseguenza di un parabrezza/lunotto rigato irrimediabilmente dall'armatura in movimento è assai probabile.
La periodicità annuale è comunque riferita a spazzole di buona qualità (mescola di gomma alta resistenza, distribuzione uniforme della pressione sul tergente anche in velocità, silenziosità, trattamenti anticorrosione, capacità di tergitura dell'ordine di alcune centinaia  di migliaia di cicli, ecc.). Diversamente, striature, macchie, saltellamenti e rumore stridente iniziano a manifestarsi nel giro di pochi mesi dalla sostituzione.

Nella maggior parte dei veicoli moderni le spazzole sono di dimensione differente fra lato guida e lato passeggero a causa della superficie del parabrezza più ampio rispetto ai veicoli più datati per i quali invece la lunghezza è in genere la medesima. In caso di sostituzione è importante che la lunghezza delle nuove spazzole tergicristallo coincida con quella delle originali, diversamente potrebbero incrociarsi/sovrapporsi durante il funzionamento con intuibili ricadute negative sull'efficacia della tergenza e quindi sulla sicurezza di guida.
I kit spazzole dedicati per modello veicolo (coppia di spazzole opportunamente dimensionata, connettori specifici e istruzioni di montaggio) rappresentano una pratica soluzione per chi preferisce effettuare da sé la sostituzione.




 

Le spazzole tergicristallo Magneti Marelli soddisfano gli standard qualitativi dei più importanti Costruttori Automobilistici. Nascono da un attento studio dell'aerodinamica e del comportamento del tergente a seconda della sua struttura e dei materiali utilizzati per produrlo. L'obiettivo che si raggiunge è quello di avere una spazzola capace di aderire con precisione alla curvatura e alle dimensioni di uno specifico parabrezza.

La produzione è sottoposta a rigorosi test e collaudi, come ad esempio l’esposizione per 800 ore alla nebbia salina, in grado di simulare la reale vita del componente e provarne la resistenza alla corrosione in ambienti esterni (nebbia salina degli ambienti costieri o nel sale stradale) e per 500 ore ai raggi UVA, che ne assicurano la totale affidabilità.
La gomma viene trattata con grafite che, riducendo  gli attriti e quindi anche la rumorosità, ne agevola lo scorrimento sul cristallo.
Il tergente è interessato anche ad altri trattamenti tra cui un processo di bromatura che ne esalta le caratteristiche di resistenza e durata. Il bromo infatti rende la gomma più resistente ai raggi ultravioletti (UVA) ed alle escursioni termiche.

Grazie a questi accorgimenti le spazzole tergicristallo Magneti Marelli risultano più silenziose, resistenti e durature.

PHOTOGALLERY: Spazzole tergicristallo


A catalogo (disponibile nella sezione Professionista)

Spazzole tergicristallo tradizionali - "PROFESSIONAL"
  • Ponticelli in acciaio e resina rinforzata per una maggiore robustezza e durata;
  • Verniciatura con polvere poliestere per resistere alla decolorazione da raggi UVA;
  • Spoiler con effetto deportante per contrastare l’effetto "Air Lift": la spazzola rimane contigua al parabrezza anche alle alte velocità;
  • Fino a otto punti di pressione per una migliore aderenza al cristallo;
  • Profili metallici solidali al tergente per una migliore distribuzione del carico sul cristallo;
  • Peso ridotto;
  • Connettore premontato;
  • Confezione per spazzola singola;
  • Istruzioni di montaggio sul fondo della confezione;
  • Lunghezza disponibile: da 29 a 70 cm;
  • Lunghezza disponibile per tergilunotto: da 29 a 53 cm;
  • Per vetture e veicoli commerciali;
  • Blister sigillato.

Spazzole tergicristallo tradizionali
- "TRUCK"
  • Ponticelli in acciaio e resina rinforzata per una maggiore robustezza e durata;
  • Verniciatura con polvere poliestere per resistere alla decolorazione da raggi UVA;
  • Spoiler con effetto deportante per contrastare l’effetto "Air Lift": la spazzola rimane contigua al parabrezza anche alle alte velocità;
  • Fino a otto punti di pressione per una migliore aderenza al cristallo;
  • Profili metallici solidali al tergente per una migliore distribuzione del carico sul cristallo;
  • Connettore premontato;
  • Confezione per spazzola singola;
  • Istruzioni di montaggio sul fondo della confezione;
  • Lunghezza disponibile: da 60 a 100 cm
  • Braccio con spruzzatori (per alcune versioni con lunghezza di 60, 65 e 70 cm);
  • Per autocarri e bus;
  • Blister sigillato.
Spazzole tergicristallo Flat - "PROFESSIONAL ONE"
  • Interamente in gomma;
  • Qualità e tecnologia di primo equipaggiamento (OE);
  • Refill con profilo a “pagoda” per ridurre l’usura del tergente;
  • Supporto base della matrice termosaldato con le vertebre in acciaio che sorreggono la parte tergente in gomma, quindi più solidità e robustezza al complessivo (si evitano le micro vibrazioni che comprometterebbero la corretta tergenza);
  • Presenza di connettori che rendono il tergente universale adatto a sostituire, a parità di lunghezza, tutti i tipi di spazzole flat montate di primo equipaggiamento sulle vetture di ultima generazione nonché le spazzole tergicristallo tradizionali;
  • Confezione per spazzola singola;
  • Semplici istruzioni all'interno per rapido montaggio;
  • Lunghezza disponibile: da 35 a 75 cm;
  • Per vetture e veicoli commerciali;
  • Blister sigillato.

Spazzole tergicristallo Flat IN KIT - "TWINFLAT"
  • Interamente in gomma;
  • Qualità e tecnologia di primo equipaggiamento (OE);
  • Refill con profilo a “pagoda” per ridurre l’usura del tergente;
  • Supporto base della matrice termosaldato con le vertebre in acciaio che sorreggono la parte tergente in gomma, quindi più solidità e robustezza al complessivo (si evitano le micro vibrazioni che comprometterebbero la corretta tergenza);
  • Presenza di connettori specifici per l'applicazione su veicolo a cui il kit è dedicato;
  • Confezione con due spazzole per specifica applicazione veicolo;
  • Semplici istruzioni all'interno per rapido montaggio;
  • Per vetture e veicoli commerciali;
  • Blister sigillato.
     
Spazzole tergicristallo Flat - "NAKED"
  • Interamente in gomma;
  • Refill con profilo a “pagoda” per ridurre l’usura del tergente;
  • Supporto base della matrice termosaldato con le vertebre in acciaio che sorreggono la parte tergente in gomma, quindi più solidità e robustezza al complessivo (si evitano le micro vibrazioni che comprometterebbero la corretta tergenza);
  • Connettori non presenti (gestiti separatamente);
  • Confezione per spazzola singola;
  • Istruzioni di montaggio dettagliate su ogni confezione;
  • Lunghezza disponibile: da 35 a 75 cm;
  • Per vetture e veicoli commerciali;
  • Blister sigillato.

 
Rete Checkstar
Officine



Distributori




Share on Google